QUALE TUTELA PER I NONNI ESCLUSI DALLE FREQUENTAZIONI DEI NIPOTINI?
24 settembre, 2021

QUALE TUTELA PER I NONNI ESCLUSI DALLE FREQUENTAZIONI DEI NIPOTINI?

La posizione dei nonni sia materni che paterni, trova riconoscimento nell’ordinamento italiano che tutela il legame affettivo tra ascendenti e nipoti e prevede la possibilità di agire nei confronti di chiunque ostacoli tale rapporto.

 

Secondo 317 bis del Codice Civile invero ‘gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni.

L’ascendente al quale è impedito l’esercizio di tale diritto può ricorrere al Giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché siano adottati i provvedimeni più idonei nell’esclusivo interesse del minore. Si applica l’art. 336, secondo comma’.

 

I legittimati attivi a presentare il ricorso sono gli ascendenti di ciascun ramo genitoriale.

In linea teorica il ricorso potrebbe essere presentato anche da uno solo dei nonni materni o paterni, ma tale circostanza, in costanza di rapporto matrimoniale e convivenza tra ascendenti, risulterebbe alquanto singolare e potrebbe inficiare l’accoglimento stesso del ricorso.

 

I legittimati passivi, sul presupposto che non vi sia una separazione, anche di fatto, in essere e che, pertanto, le decisioni afferenti il minore vengano prese concordemente dalla madre e dal padre, sono entrambi i genitori del minore.

In linea teorica, comunque, potrebbe essere legittimato passivo ‘qualsiasi terzo che ponga ostacoli al naturale estrinsecarsi del diritto degli ascendenti’(‘Diritto di Famiglia formulario Commentato’ M.G. Cubeddu Wiedemann e P. Corder, pag. 1401) così come individuato dall’art. 317 bis c.c..

Si presume comunque che le decisioni relative alla vita del minore siano prese esclusivamente dai genitori.

 

Il diritto dei nonni a frequetare i nipoti non ha però carattere incondizionato perchè è subordinato a una valutazione del Giudice volta a salvaguardare l’esclusivo interesse del minore.

Ciò significa che il diritto dei nonni a stare con i nipoti può essere escluso o assogettato a restrizione da parte del Giudice qualora non risulti funzionale ad una crescita serena e equilibrata dei nipotini (Cass. 19779/2018).

 

La competenza a conoscere dei ricorsi presentati ai sensi dell’art. 317 bis è stata attribuita esclusivamente al Tribunale dei Minorenni, il relativo procedimento si svolge in Camera di Consiglio con istruttoria deformalizzata come indicato dal richiamato art. 336, secondo comma, c.c. Il Tribunale può inoltre disporre l’ascolto del minore che abbia compiuto gli anni 12 e anche di età inferiore ove sia capace di discernimento.

 

Luglio 2021


Susanna Maso